Comprare Traffico Web

Comprare

In linea generale qui parliamo di quelle situazioni in cui paghiamo o delle offerte o degli annunci che indirizzano traffico direttamente sul sito web.

Se devi fare dei test veloci, magari per vedere se la tua offerta o il tuo Bribe ha un certo riscontro, ossia una certa percentuale di conversione, comprare traffico web può andare bene.

Ma in linea generale diciamo che il traffico a pagamento è bene usarlo quando:

  • hai già avviato altre forme di traffico, 
  • hai imparato come comunicare con i tuoi iscritti
  • e soprattutto quando hai già testato le tue conversioni.

Perché questo?

Perché essendoci tante diverse variabili già sull’annuncio, in generale tu vuoi un ritorno sull’investimento (ROI), cioè vuoi essere certo che pagando 100 ti entrano 200… giusto per essere chiari.

Quindi non appena hai già testato la tua offerta a questo punto puoi aggiungere del traffico a pagamento in un Lancio successivo.

Certo nulla ti vieta di partire direttamente con il traffico a pagamento, fin da subito.

Ma devi mettere in conto che potresti sbagliare dei passaggi successivi, non avendo ancora testato il tuo Lancio (o qualsiasi altra strategia usi) e quindi potresti non avere il ritorno sull’investimento che credevi.

Quindi in generale lascia il traffico a pagamento nel momento in cui hai creato un buon prodotto, una tua audience, e quindi come una tecnica di acquisizione del traffico aggiuntiva.

Riviste e Magazine di settore

Puoi cercare delle delle riviste specializzate nel tuo settore per comprare traffico web.

Se sono disponibili riviste di settore, potresti prenderla in considerazione come opportunità.

Fai attenzione però che questo tipo di traffico non è tanto adatto per la promozione di una vendita, piuttosto per spingere i lettori ad andare a scaricare un omaggio.

E’ molto più produttiva per la creazione di Lead che non per la vendita.

Potresti trovare che acquistare uno spazio pubblicitario su riviste settoriali generalmente non è molto costoso.

Molto speso è un’opportunità trascurata.

Piuttosto potresti orientarti su proposte molto mirate e specifiche.

Risorsa Bonus
Sblocca il Report
“Come convertire i visitatori in uscita in clienti”

Pay Per Click

Sul PPC (Pay Per Click) ci sono moltissime possibilità di fare traffico a pagamento, in Italia la fanno da padrone Facebook ADS e Google Adwords che sono le due principali.

Facebook Ads

Facebook Ads è in questo momento forse la pubblicità a pagamento più economica nella categoria comprare traffico web ed è per questo che molti si stanno buttando su questo.

Altro aspetto interessante è la possibilità di selezionare in maniera molto precisa il tuo target anche grazie ai dati demografici:

Quindi puoi portare traffico targhettizzato e di conseguenza iscritti alla mailing list.

Di base tutte le forme di PPC non hanno senso direttamente su una pagina di vendita, se non pre fare dei test (come suggerito anche da Frank Kern nella sua “versione della Formula Lancio”).

Facebook Ads si riferisce ad un traffico freddo, quindi non intercetta persone che sono già intenzionate a comprare.

Cioè non mostra la pubblicità a chi sta effettivamente cercando di comprare il tuo prodotto o servizio, ma interrompe una persona che sta facendo altro, che sta guardando le sue cose e lo forza ad andare sul tuo sito.

A questo concetto ci si riferisce come domanda latente.

Quindi bisogna riscaldare il traffico per bene prima di fare proposte di acquisto.

Ma chiaramente seguendo le strategie di Lancio non ti dovresti preoccupare eccessivamente di questo aspetto.

Magari potresti curare un po’ meglio il Pre-Pre attendendo che tutti i lead siano passati attraverso la Sequenza Iniziale prima del Pre-Pre.

L’altra cosa, che vale anche per Adwords, è che Facebook aggiorna le regole in maniera molto frequente quindi devi sempre stare molto aggiornato su come funziona.

In altre parole devi monitorare ed aggiornare i tuoi annunci periodicamente.

Questo è vero anche per mantenere buoni tassi di conversione, quindi di tanto in tanto bisogna aggiornare gli annunci, anche settimanalmente.

Efficacia

Adwords

Adwords, tramite google quindi, in questo caso invece parliamo di domanda consapevole.

Cioè si tratta di persone che fanno una ricerca di un esigenza specifica nella maggior parte dei casi su google.

Quindi ricevano una serie di risultati possibili alla loro ricerca e tra questi la pubblicità a pagamento ti permette di posizionarti nei primi disponibili. Se tu fai bene la tua pubblicità e la associ alle giuste parole chiave l’intenzione del visitatore sarà allineata con le tue necessità di vendita.

I limiti di Adwords sono in parte gli stessi di Facebook, devi stare sempre aggiornato sulle regole che cambiano spesso, in modo da vedere anche come si muovono i vari competitor.

Considera che Adwords inizia ad avere dei costi importanti, e quindi sono più alti di Facebook  Ads. Ed ancora se è vero che vai su un pubblico più profilato è vero anche che vai su un pubblico più piccolo.

Efficacia

Altri Social

Ovviamente c’è la possibilità di comprare traffico web su altri social.

Come ad esempio Twitter, Instagram, YouTube, attraverso Adwords, ma per il momento per l’Italia sono troppo piccoli.

Quindi fare la pubblicità a pagamento su altri social network è sicuramente meno interessante rispetto a Facebook.

E poi bisogna anche considerare che ogni social network, se non ce l’ha già avrà la pubblicità in futuro con le proprie regole da studiare e quindi come dire lo sforzo ne deve valere il gioco. 

Quindi bisogna di tanto in tanto controllare lo stato dell’arte e capire se è arrivato il giusto momento per investire oppure se è meglio aspettare ancora.

In generale bisogna ricordarsi che se gli altri social sono usati poco per la parte social, sicuramente anche la pubblicità sarà meno efficace.

Efficacia

Risorsa Bonus
Sblocca il Report
“Come convertire i visitatori in uscita in clienti”

Comprare Spazio Banner

Ossia mettere dei Banner su altri siti, comprare traffico web da alti blog.

Si questo chiaramente è molto meno potente dei primi due.

Si tratta semplicemente di presentarti ad altri blogger ed influencer, quindi qualcuno ha abbia già un audience, e proporre l’acquisto di un banner.

In questo caso è un po’ come sparare nel sparare nel buio.

Puoi ovviamente pagare la pubblicità su un sito che è nella tua stessa nicchia, che ha la tua stessa demografica di riferimento etc etc..

Però chiaramente è molto meno preciso rispetto ai risultati che puoi avere su Facebook.

Quindi vai dai blogger più in target possibile, e chiedi se puoi mettere un banner in un certo punto del sul blog per esempio per un mese.

In questo caso paghi direttamente al blogger, e questo ti riduce i costi.

Oppure puoi farlo indirettamente tramite siti come www.buysellads.com in cui praticamente ci sono dei blogger che si occupano di gestire i due lati della compravendita.

Il limite di questo strumento è che hai molti meno dati per intervenire sulla variabile di queste pubblicità.

Comprare Lead e DEM

Solitamente comprare i lead significa comprare un invio ad una Lista di Lead, per tutta una serie di ragioni.

La prima è che chi possiede una Lista di nomi che vende solitamente la tiene archiviata in un software o database che potrebbe non permettere l’estrazione (export) dei dati oppure magari lo rivende a più aziende.

La seconda è che tu se compri un pacchetto di Lead e lo importi nel tuo autoresponder, ci sono diverse problematiche da superare.

Per iniziare devi accertarti che puoi farlo, non tutti lo permettono. In secondo luogo devi giustificare dove hai preso queste email e se per loro è accettabile la importano.

Tieni anche presente che l’importazione prevede diversi filtri che generalmente ti fanno perdere, a seconda della qualità delle e-mail, dal 5% in su dei Lead.

E chiaramente le prestazioni sono minori rispetto a quelle indicate da chi te l’ha venuto perché lui ha abituato i Lead con una sua comunicazione.

Mentre tu, chiaramente, ne userai un’altra. In più ti devi presentare, devi motivare perché stai scrivendo a lui etc.. etc.. potresti in questo caso anche ricevere e-mail non proprio gradite!

Per cui parliamo di comprare Lead parliamo generalmente di inviare una DEM o Newsletter sulla Lista di qualcun’altro.

Uno dei metodi più semplici per costruire una mailing list di abbonati è l’acquisto di pubblicità in newsletter consolidate correlate alla propria nicchia di mercato.

In pratica si può valutare l’acquisto di un annuncio in esclusiva con uno spazio pubblicitario all’interno di una newsletter esistente.

È necessario monitorare la performance degli annunci in newsletter, in modo da garantire che valga il denaro speso per presentare la pubblicità.

Se si scopre che le promozioni in newsletter generano traffico sufficiente per giustificare un ulteriore pubblicità.. puoi considerare l’acquisto di un annuncio top sponsor all’interno di e-zine e newsletter selezionate per massimizzare l’esposizione.

L’Ezine o E-Zine è una rivista elettronica periodica, distribuita per mezzo dell’e-mail o pubblicata su un sito web.

Le Ezine sono tipicamente focalizzate su un argomento specifico (come la fotografia, l’informatica o la musica); si tratta, in sostanza, di un rifacimento in chiave elettronica del formato più diffuso delle tradizionali riviste cartacee.

La pubblicità dovrebbe presentare la tua squeeze page e fornire informazioni su ciò che offri.

Per approfondire

Se vuoi approfondire puoi continuare la lettura con la Formula per la Creazione della Lista:

TT BI ELPE

Traffico Targhettizzato + Bribe Irresistibile = Enorme Lista di Persone Entusiaste

Roberto Cutillo
 

Ciao mi chiamo Roberto Cutillo. Mi sono definito per oltre 10 anni come un "marketer tecnico", ruolo svolto in collaborazioni one to one . Dopo aver superato un paio di "crisi da pc", e sperando di aver trovato l'equilibrio ottimale tra natura e tecnologia.. in questo blog ti racconto cosa ho imparato in questi 10+ anni sperando che qualcosa la trovi utile ed interessante ;) Ma spero più utile ;D